Indice del forum Liuteriaitalia
Forum dedicato alla Liuteria amatoriale,per chi ama costruire uno strumento da sè e suonarlo
 
 FAQFAQ   CercaCerca   Lista utentiLista utenti   GruppiGruppi   RegistratiRegistrati 
 ProfiloProfilo   Messaggi privatiMessaggi privati   Log inLog in 

Problema gommalacca

 
Nuovo argomento   Rispondi    Indice del forum -> Verniciatura
Precedente :: Successivo  
Autore Messaggio
Ads






Inviato: Sab Mag 26, 2018 8:45 pm    Oggetto: Ads

Top
cosmico



Registrato: 02/03/16 15:37
Messaggi: 18
Residenza: Italia

MessaggioInviato: Lun Gen 29, 2018 7:17 pm    Oggetto: Problema gommalacca Rispondi citando

Ciao a tutti, sto facendo le mie prime esperienze con la gommalacca e, al di là delle normali difficoltà di questa lavorazione, mi sto scontrando con un problema: la vernice asciuga troppo in fretta e non mi dà il tempo di lavorarla.
Sto usando gommalacca decerata e come solvente "solv-lac", un prodotto specifico per la gommalacca che dichiara di essere al 99,9% anidro. Mi chiedo se la ragione del problema non sia da ricercare proprio nella eccessiva purezza del solvente che evapora più rapidamente dell'alcool a 98 volumi.
Purtroppo è la mia prima esperienza e non ho termini di paragone, ma rispetto a quanto vedo nei video di internet e capisco dalle varie discussioni in proposito, mi sembra di avere dei tempi di lavorazione molto più brevi...
Voi cosa ne pensate?
Eventualmente potrei provare ad aggiungere piccole percentuali di acqua (o qualcos'altro?) per recuperare il problema?
Oppure (visto che la maggior parte della vernice è ancora soluzione madre al 25%) diluire con comune alcool a 94°?
Ho già disciolto 250g di gommalacca in quel solvente, mi dispiacerebbe sprecarli.
Grazie a chi vorrà aiutarmi!
Top
Profilo Invia messaggio privato HomePage
Pietro



Registrato: 18/07/06 09:20
Messaggi: 2165
Residenza: Verona

MessaggioInviato: Mer Gen 31, 2018 8:50 pm    Oggetto: Rispondi citando

Siamo in inverno e si lavora al caldo e questo può essere anche troppo secco come quello dei radiatori, questo può essere un motivo della rapida essicazione della vernice.
Detto questo suggerirei di prenderne una piccola parte e di diluirla con lo stesso diluente per portarla ad una soluzione di grammi 100 X litro (ne basta un vasettino mignon da sottaceti, attenzione quindi alle proporzioni) e proverei a darla sia a pennello che a tampone, che sia un tampone ben fatto e non un involucro casuale di stoffe varie.
Darla naturalmente su un legno similare a quello che si usa per lo strumento e vederne l'effetto. In tutti i casi le vernici a spirito sono sempre rapide ad evaporare ma questo accade solamente superficialmente (fuori polvere) in quanto il solvente evapora ma l'essicazione completa richiede ben più tempo.

Ho trovato questa indicazione di chi ha usato il prodotto e lo considera ottimo anche se ne conferma la velocità:
Solamente gli utenti registrati possono vedere link su questo forum!
Registrati oppure Autenticati su questo forum.



Sicuramente c'è da prenderci la mano.


Cordialità - Pietro -
Top
Profilo Invia messaggio privato
Guido



Registrato: 20/01/11 14:24
Messaggi: 973
Residenza: Trentino- Val di Sole

MessaggioInviato: Ven Feb 02, 2018 1:54 pm    Oggetto: Rispondi citando

sono fra i motivi che mi hanno spinto a scegliere l'olio. troppo rapida essicazione alla lavorazione, se non hai buona mano ti rimangono "baffi" in giro... con l'olio non succede. Direi che usare uno spirito con meno gradi potrebbe essere di aiuto, calcola che le vernici a spirito erano fatte con alcol anche a basse gradazioni

_________________
... piu imparo e piu mi accorgo di non sapere!
Guido
Top
Profilo Invia messaggio privato
MAXLUCCA



Registrato: 13/06/08 09:24
Messaggi: 856
Residenza: lucca

MessaggioInviato: Dom Feb 04, 2018 5:57 pm    Oggetto: Rispondi citando

quoto quanto detto da Pietro. Per quanto mi riguarda io regolo la gradazione dell'alcol anche in base alla stagione. In inverno o comunque con temperature abbastanza basse e con aria non troppo secca uso una gradazione più alta, mentre in estate con caldo e aria secca tendo ad usare una gradazione più bassa proprio per evitare un'evaporazione troppo rapida: in pratica uso sempre una vernice con resine al 20/25% e alcol a 99, poi quando inumidisco il tampone con la vernice aggiungo sempre sul tampone un po' di alcol(questo allo scopo di diluire la concentrazione) a 99 o 94 o 90 gradi a seconda della velocità di essiccazione che voglio ottenere in base anche al clima.
E' un metodo un po' empirico ma per me funziona. Naturalmente vale sempre il principio di applicare le prime due mani a pennello velocemente e senza ripassare, per poi partire col tampone.
Top
Profilo Invia messaggio privato Invia e-mail
cosmico



Registrato: 02/03/16 15:37
Messaggi: 18
Residenza: Italia

MessaggioInviato: Mar Feb 06, 2018 12:23 am    Oggetto: Rispondi citando

Grazie a tutti per l'attenzione e i consigli!
Ne approfitto per correggere un pò il tiro e fare qualche altra domanda: nel mio caso posso escludere clima eccessivamente secco o caldo, le temperature erano sui 18° e l'umidità 75 80%. Prime mani sul legno nudo con vernice al 25%. Dopo meno di un minuto il tampone (esterno in lino con lana e ovatta dentro) iniziava a appiccicare e lasciare pelucchi. Dopo un 5 minuti la gommalacca era fuori polvere.
Non ho ancora trovato il tempo (o la voglia) di mettermi nuovamente a trafficare con le vernici, ma proverò le varie diluizioni con alcool a minor gradazione; mi pare di capire che confermiate il diminuire della velocità di essiccazione col diminuire della gradazione.
Mi chiedevo invece perché sia meglio lavorare col caldo in questo caso? Quale sarebbe la temperatura ideale per la gommalacca secondo voi?
Top
Profilo Invia messaggio privato HomePage
cosmico



Registrato: 02/03/16 15:37
Messaggi: 18
Residenza: Italia

MessaggioInviato: Sab Feb 17, 2018 1:41 am    Oggetto: Rispondi citando

Ciao a tutti, un breve aggiornamento sulla faccenda:
Ho trovato il tempo per sperimentare, allungando la soluzione madre con alcool a 95° sino ad ottenere una diluizione al 10%. Il risultato è stato soddisfacente e il tempo di lavorazione della vernice è aumentato moltissimo, probabilmente anche per la diluizione maggiore (prima ero al 20%)... 
Comunque mi sembra di essere sulla strada giusta, continuerò a provare con diluizioni inferiori
Top
Profilo Invia messaggio privato HomePage
Pietro



Registrato: 18/07/06 09:20
Messaggi: 2165
Residenza: Verona

MessaggioInviato: Sab Feb 17, 2018 11:43 am    Oggetto: Rispondi citando

La diluizione al 10% ( 100 grammi di resina per 1 litro di alcol) non mi ha mai creato problemi. Da quello che è emerso finora comunque è chiaro che la gommalacca si presta a diversi modi di impiego e che ognuno si crea con il tempo una sua tecnica. Per le dosi richieste posto la procedura adottata da Francesco Verginelli liutaio costruttore di chitarre.
Solamente gli utenti registrati possono vedere link su questo forum!
Registrati oppure Autenticati su questo forum.


Mi era sfuggito il discorso della temperatura ideale ma la gommalacca teme più di tutto il gelo e in tale condizione ci si ritrova con una patina bianca sulla superfice che bisogna logicamente togliere, lavorando dai quindici gradi in su questo non succede.

Cordialità - Pietro -
Top
Profilo Invia messaggio privato
Mostra prima i messaggi di:   
Nuovo argomento   Rispondi    Indice del forum -> Verniciatura Tutti i fusi orari sono GMT + 1 ora
Pagina 1 di 1

 
Vai a:  
Non puoi inserire nuovi argomenti
Non puoi rispondere a nessun argomento
Non puoi modificare i tuoi messaggi
Non puoi cancellare i tuoi messaggi
Non puoi votare nei sondaggi
c d
e



Powered by phpBB © 2001, 2005 phpBB Group
phpbb.it

Abuse - Segnalazione abuso - Utilizzando questo sito si accettano le norme di TOS & Privacy.
Powered by forumup.it forum gratis free, crea il tuo forum gratis free ora! Created by Hyarbor & Qooqoa
Confirmed

Page generation time: 0.039